Test Certificazione consulente trasporti

Domanda #1: Se non intervengono eventi modificativi delle prassi e procedure dell’impresa, con che periodicità il Consulente sicurezza trasporto è tenuto a fare la relazione diretta al capo dell’impresa?

Domanda #2: Se si verifica un incidente, quale è l’obbligo del Consulente sicurezza trasporto?

Domanda #3: Se intervengono eventi modificativi delle prassi e delle procedure dell’impresa, che cosa è tenuto a fare il Consulente sicurezza trasporto?

Domanda #4: Il certificato di formazione del Consulente sicurezza trasporto ha validità temporale limitata? Se si, quale?

Domanda #5: In che modo può essere rinnovato il certificato di formazione del Consulente sicurezza trasporto?

Domanda #6: Il campo di validità del certificato di formazione professionale di Consulente sicurezza trasporto è limitato al Paese di rilascio?

Domanda #7: Quali sono i “criteri” per i quali un incidente possa essere ritenuto motivo per la redazione della “relazione di incidente”?

Domanda #8: Quale è lo scopo della relazione annuale diretta al capo dell’impresa, che il Consulente sicurezza trasporto è tenuto a redigere?

Domanda #9: Chi è il destinatario della “relazione di incidente”?

Domanda #10: Chi può svolgere la funzione di Consulente sicurezza trasporto per una determinata impresa?

Domanda #11: Quali sono gli obblighi del capo dell’impresa riguardo al Consulente sicurezza trasporto?

Domanda #12: Quali sono gli obblighi del capo dell’impresa riguardo alla relazione annuale consegnatagli dal Consulente sicurezza trasporto?

Domanda #13: Chi è il responsabile dell’osservanza, da parte dell’impresa, delle norme in materia di trasporto di merci pericolose e del loro carico e scarico?

Domanda #14: Chi è il destinatario della relazione annuale, che il Consulente sicurezza trasporto è tenuto a redigere?

Associazione Nazionale Professionisti Sicurezza Sul Lavoro Secur Veneto