Livorno, esplosione al porto: due operai morti. Evacuata la zona

Un’esplosione, un botto così forte da essere udito in varie parti della città di Livorno. E subito dopo le sirene delle ambulanze e quelle dei vigili del fuoco che vanno verso il porto industriale. E’ lì che oggi, intorno alle 14, si è verificata un’esplosione in un grande serbatoio della zona in cui vengono stoccati oli combustibili. Due gli operai rimasti uccisi: Nunzio Viola, 52 anni, e Lorenzo Mazzoni, 25. I due erano dipendenti della Labromare, una ditta specializzata nelle bonifiche: Mazzoni era alla Labromar, azienda dove il papà aveva lavorato per 35 anni, solo da due anni. La violenza dell’esplosione ha prodotto un forte spostamento d’aria che ha investito anche altri lavoratori che erano in zona. Secondo quanto spiegato dal 118 nessuno di loro ha dovuto far ricorso alle cure dei medici del pronto soccorso ma alcuni sono stati medicati per contusioni o leggere ferite dai sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Associazione Nazionale Professionisti Sicurezza Sul Lavoro Secur Veneto