ITL Verona: trovati due lavoratori in nero nel settore agricolo. Arrestato imprenditore

L’8 novembre 2017 i militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Verona, unitamente ai Carabinieri della Stazione di Vigasio, hanno tratto in arresto, per sfruttamento del lavoro, un imprenditore agricolo residente nella provincia di Verona. L’arresto è stato eseguito a conclusione di un accesso ispettivo -condotto in stretta sinergia tra l’Ispettorato Territoriale del Lavoro e il Comando Provinciale Carabinieri- in un campo agricolo ubicato nel comune di Vigasio, con annesso capannone artigianale adibito a deposito e lavorazione ortaggi.

L’imprenditore impiegava 3 lavoratori di cui 2 in nero (un rifugiato richiedente asilo politico e un clandestino), in totale inosservanza delle norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro. I lavoratori venivano utilizzati in operazioni di raccolta, a fronte di una paga oraria di circa 3 euro, senza essere stati sottoposti a sorveglianza sanitaria, formazione e informazione circa i rischi sulla sicurezza sui luoghi di lavoro e senza i necessari dispositivi di protezione individuali.

All’imprenditore agricolo, in sede di udienza di convalida dell’arresto dinanzi al Tribunale di Verona, è stata altresì applicata la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza e la misura dell’obbligo di presentazione quotidiana alla Procura Generale.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Associazione Nazionale Professionisti Sicurezza Sul Lavoro Secur Veneto