Infiltrazioni mafiose, amministrazione giudiziaria per 4 direzioni generali Lidl

Quindici arresti nel corso di un’operazione interforze di Polizia e Finanza e due fermi tra la Lombardia e la Sicilia nell’ambito di un’indagine contro le attività criminali della famiglia mafiosa catanese dei Laudani coordinata dalla Dda di Milano. Le accuse: associazione per delinquere che ha favorito gli interessi, in particolare a Milano e provincia, della famiglia mafiosa catanese dei “Laudani” o “Mussi i ficurinia”. In particolare, sono state poste in amministrazione giudiziaria per sei mesi quattro direzioni generali della società di grande distribuzione Lidl, cui afferiscono circa 200 punti vendita.

Ci sarebbero anche alcune società del consorzio che ha in appalto la vigilanza privata del Tribunale di Milano tra le attività commerciali destinatarie delle misure emesse dalla Dda. Si tratterebbe di società che forniscono i vigilantes del Palagiustizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca la filiale - Indirizzo o Cap

Associazione Nazionale Professionisti Sicurezza Sul Lavoro Secur Veneto