Tav, via libera dal cda di Telt agli avvisi. Conte: ‘Nessun onere a carico dello Stato’

Il consiglio d’amministrazione di Telt, in video conferenza tra Roma e Parigi, ha dato via libera all’unanimità alla pubblicazione degli ‘avis de marchés’ gli inviti a presentare candidatura relativi agli interventi dei lotti francesi del tunnel di base della Torino-Lione. Tutti i dieci consiglieri aventi diritto di voto si sono espressi a favore alla presenza del rappresentante dell’Unione Europea.

Gli avvisi di avvio delle gare – specifica la Telt – “contengono l’esplicitazione della facoltà di interrompere senza obblighi e oneri la procedura in ogni sua fase“. Con la norma dissolvente “l’impegno a verificare le volontà dei due Governi al termine della selezione delle candidature, prima di procedere all’invio dei capitolati di gara alle imprese”.

“L’obiettivo è di salvaguardare l’integrità della contribuzione del finanziamento europeo consentendo l’approfondimento e il libero confronto tra Italia e Francia e con l’Unione europea”: Telt spiega così la decisione di dare corso alle procedure di gara relative ai lavori in Francia per il tunnel di base della futura linea ferroviaria ad Alta Velocità, per un importo stimato di 2,3 miliardi di euro.

E il premier Giuseppe Conte in una nota precisa che “Così come indicato nella lettera che ho inviato sabato alla Telt, la società incaricata della realizzazione della Torino-Lione, l’eventuale avvio dei capitolati di gara è differito ai prossimi mesi e potrà avvenire solo in presenza di un consenso dei Governi italiano e francese. La Telt quest’oggi ha dato il via libera alla mera attività di presentazione delle candidature da parte delle imprese, senza oneri a carico dello Stato italiano“.  “Manteniamo fede a quanto previsto dal Contratto di Governo, permettendo un’integrale ridiscussione della Tav, oltretutto senza perdere i finanziamenti europei. Ho già preso contatti con il presidente della Commissione europea Juncker e con il Presidente Macron, che vedrò a Bruxelles in occasione del prossimo Consiglio europeo di fine marzo. Con loro confido di avviare un proficuo dialogo, alla luce dell’analisi costi-benefici recentemente acquisita”.

La Francia si dice soddisfatta per le odierne decisioni del consiglio di amministrazione di Telt che “rappresentano una tappa positiva nell’interesse del progetto Lione-Torino“: lo scrive in una nota la ministra dei Trasporti, Elisabeth Borne.”Spero che i nostri amici italiani valutino” il progetto Tav e “restino impegnati”, perché “dire che questo progetto è negativo è un errore, è un grande progetto strutturale, importante per la Ue, la Francia e l’Italia, motivo per cui sono stati decisi importanti finanziamenti europei”, ha detto intanto il commissario agli affari economici Pierre Moscovici rispondendo ai giornalisti all’ingresso dell’Eurogruppo. (Ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca la filiale - Indirizzo o Cap

Associazione Nazionale Professionisti Sicurezza Sul Lavoro Secur Veneto