Ancora un incidente mortale. L’Inail presenta oggi il rapporto annuale sulle vittime del lavoro

Un operaio di 62 anni è morto, questa mattina, mentre era al lavoro in un’azienda agricola nella zona di Acqua dei Pioppi ad Eboli, nel Salernitano. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, l’uomo, mentre stava scaricando da un camion rotoli di pellicola, è stato travolto dal materiale per una fune che ha ceduto. L’operaio, V.C. le sue iniziali, è rimasto schiacciato da un peso di oltre 100 chilogrammi. Nonostante i soccorsi, per il 62enne non c’è stato nulla da fare.

E proprio oggi è stato presentato il rapporto sulle morti sul lavoro denunciate all’Inail nel primo quadrimestre di quest’anno. Sono state 286, 24 in più rispetto alle 262 dell’analogo periodo del 2017 (+9,2%). L’aumento, che emerge dai nuovi open data Inail, aggiornati allo scorso 30 aprile, riguarda i casi avvenuti in itinere, ovvero nel tragitto di andata e ritorno tra la casa e il posto di lavoro, che sono aumentati di 28 unità (da 68 a 96), mentre quelli occorsi in occasione di lavoro sono stati quattro in meno (da 194 a 190). L’analisi territoriale fatta dall’Istituto evidenzia un incremento di 21 casi mortali nel Nord-Ovest, di nove casi nel Nord-Est e di 10 al Centro. Diminuzioni si riscontrano, invece, al Sud (-7 decessi) e nelle Isole (-9).

Cerca la filiale - Indirizzo o Cap

Associazione Nazionale Professionisti Sicurezza Sul Lavoro Secur Veneto
WhatsApp chat